idea-re

Bando Smart & Start

SMART&START

Smart&Start è l’incentivo per le nuove imprese del Mezzogiorno che puntano su innovazione, utilizzo delle tecnologie digitali e valorizzazione dei risultati della ricerca.

Cosa

SMART. L’agevolazione SMART contribuisce a coprire i costi di gestione sostenuti nei primi 4 anni di attività per le nuove imprese.

Le società devono proporre un modello di business innovativo sotto il profilo organizzativo o produttivo, oppure orientato a raggiungere nuovi mercati o a intercettare nuovi fabbisogni, anche sociali e ambientali.

Ogni società può ricevere un contributo annuo fino a 50.000 euro.

Il contributo è pari ad una percentuale, variabile tra il 15% e il 35%, dei costi annualmente sostenuti per:

  • oneri finanziari,
  • personale dipendente,
  • canoni di affitto,
  • canoni di leasing e ammortamento di impianti,
  • attrezzature e macchinari tecnologici e tecnico-scientifici.

START. Le agevolazioni START prevedono contributi a fondo perduto e servizi di tutoring a sostegno di programmi di investimento.

Possono accedere alle agevolazioni START le società di piccola dimensione, costituite da non più di sei mesi e ubicate in Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e nei Comuni del Cratere Sismico Aquilano.

Le società devono proporre un piano di impresa nel settore dell’economia digitale, o basato su programmi di investimento per valorizzare economicamente i risultati della ricerca, pubblica e privata.

Ogni società può ricevere un contributo fino ad un massimo di 200.000 euro comprensivo dei servizi di tutoring tecnico-gestionale.

Il contributo è pari al 65% delle spese per investimenti; tale percentuale è elevabile fino al 75% per le società costituite esclusivamente da giovani (under 36) e/o da donne.

Costi ammissibili sono:

  • impianti, attrezzature, macchinari tecnologici o tecnico-scientifici e componenti hardware e software funzionali al progetto di investimento
  • brevetti e licenze, certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa
  • progettazione, sviluppo, personalizzazione e collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento e relativi interventi correttivi e adeguativi.

Il programma di investimento deve essere realizzato in 18 mesi e in ogni caso entro il 30 giugno 2015.

Chi.

  • Società di piccola dimensione, costituite da meno di sei mesi ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nei Comuni del Cratere Sismico Aquilano.
  • “Team” di persone fisiche in possesso di una business idea. La costituzione della nuova società sarà richiesta solo dopo l’approvazione della domanda di ammissione alle agevolazioni

Procedura di accesso. L’accesso ai fondi non è un effetto automatico della presentazione della domanda, ma la conseguenza della valutazione positiva del progetto imprenditoriale proposto.

Scadenza. Si tratta di un bando a sottomissione continua. Le aziende già costituite devono presentare domanda entro sei mesi dalla dati di costituzione.